IL VALORE AGGIUNTO FERRERO


Il “Valore Aggiunto” rappresenta il valore economico generato dal Gruppo. In particolare, il “Valore Aggiunto Netto” rappresenta il valore economico generato nel periodo di riferimento, al netto degli ammortamenti e dei costi operativi, questi ultimi inclusivi degli acquisti da fornitori (principalmente acquisti di materie prime e servizi).
Nel 2014/2015, il “Valore Aggiunto Netto” generato dal Gruppo Ferrero è stato pari a 2.618 milioni di euro.

Come evidenziato nel grafico che segue, il “Valore Aggiunto Netto” di Ferrero è distribuito in varie forme ai diversi stakeholder interni ed esterni del Gruppo.
La voce “Risorse umane” comprende ogni forma di retribuzione e remunerazione erogata a fronte dell’attività lavorativa svolta dai dipendenti, inclusi gli oneri di utilità sociale sostenuti dal Gruppo.
Nella voce “Remunerazione del capitale” rientrano la distribuzione degli utili dell’anno in esame e il pagamento degli interessi.
La voce “Settore pubblico” rappresenta l’importo dovuto dal Gruppo a Enti della Pubblica Amministrazione, a titolo di imposte sul reddito e altri tributi direttamente attribuibili al patrimonio aziendale, con esclusione di imposte e altri oneri accessori della gestione operativa (dazi e oneri doganali).
La voce “Comunità” include liberalità e donazioni, investimenti in progetti a carattere sociale e collaborazioni con università e centri di ricerca. Infine, la voce “Sistema Impresa” rappresenta il valore economico trattenuto nel Gruppo, quale differenza tra il valore economico generato e il valore economico distribuito.