Perché chiunque lavori
sia protagonista
del proprio destino.

RAPPORTO 2016

Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero


Il Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero include  imprese commerciali a tutti gli effetti; il loro fine, quindi, è realizzare profitti. Nondimeno, esse agiscono con uno spirito “sociale” poiché mirano a creare posti di lavoro nelle aree meno favorite dei Paesi emergenti. Inoltre, realizzano progetti e iniziative di carattere sociale e umanitario, destinati a tutelare la salute e la crescita educativa e sociale dei bambini e dei ragazzi in quei Paesi, indipendentemente dal raggiungimento, o meno, di risultti positivi di bilancio.

Il Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero ha avviato le proprie attività produttive nel 2005 in Camerun (Yaoundé), nel 2006 in Sudafrica (Walkerville/Midvaal, Gauteng) e nel 2007 in India (Baramati/Pune, Maharashtra).

LIVELLI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE CHE APPARTENGONO AL
PROGETTO IMPRENDITORIALE MICHELE FERRERO

al 31 Agosto 2016

LA MISSION DEL PROGETTO

La creazione di posti di lavoro

Con questo impegno, il Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero, nelle comunità in cui opera, oltre a fornire ai collaboratori un reddito che consenta di affrontare il costo della vita per sé e la loro famiglia, mira a:
  • condividere, con chi lavora, un forte senso di dignità, offrendo la possibilità di divenire protagonisti del proprio destino;
  • assicurare la formazione professionale e la capacità lavorativa;
  • alimentare una moderna cultura del lavoro industriale.
Con gli insediamenti produttivi si favoriscono attività indotte che coinvolgono le imprese del territorio. Inoltre, per la produzione sono impiegate preferibilmente materie prime locali: ne deriva la creazione di ulteriori posti di lavoro, con una spirale virtuosa a sostegno dello sviluppo economico e del benessere di tutta la comunità locale.

Progetti e iniziative di carattere sociale e umanitario

Ad oggi, le iniziative sociali e umanitarie su cui si è focalizzato il Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero hanno riguardato l’assistenza all’infanzia nel settore dell’educazione e della salute. Tali attività comprendono rifacimento e ristrutturazione di scuole pubbliche e asili nido, sostegno a strutture pediatriche e assistenziali per bambini senza fissa dimora, seminari rivolti ad adolescenti per sensibilizzarli sulla prevenzione di malattie trasmissibili.

INIZIATIVE SOCIALI

Si rafforza continuamente l’interesse delle aziende che fanno parte del Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero per le attività sociali e umanitarie a sostegno dell’educazione e del benessere dei bambini. Progetti di realizzazione e ristrutturazione di un asilo nido e di una scuola sono stati avviati in India, col Kindergarten Pietro Ferrero a Baramati, una struttura di circa 1000 m2 che può ospitare oltre 120 bambini, e in Camerun, a Yaoundé, con la Scuola Materna Cité Verte, cui si è provveduto al restauro di una già esistente struttura e alla costruzione di un nuovo blocco scolastico.

Iniziative sociali realizzate o in corso

Il “Fondo Sociale Dedicato” creato in seno ad ogni filiale del Gruppo che partecipa al Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero, viene alimentato ogni anno con nuove dotazioni finanziarie, calcolate in base al volume di produzione annuo dello stabilimento locale ed allocate indipendentemente dalla realizzazione, o meno, di utili, da parte della stessa filiale.

Tale Fondo viene successivamente utilizzato – generalmente, su base triennale – per la realizzazione di iniziative o opere sociali, di concerto con le autorità istituzionali dei paesi ospitanti.

Grazie anche al coinvolgimento della Fondazione Ferrero – che ha maturato una notevole esperienza nello svolgimento delle attività sociali e filantropiche rivolte, in particolare, alla cura ed all’assistenza della prima infanzia – le opere sociali realizzate dalle società che partecipano al Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero sono rivolte soprattutto a tutelare la salute e la crescita educativa e sociale dei bambini e dei ragazzi nelle comunità ove esse operano.

CAMERUN


Ad ottobre 2016 è stato finalizzato un progetto per il sostegno scolastico a bambini e ragazzi presso il campo profughi di Gado-Badzere nel sud-est del Paese, al confine con la Repubblica del Centrafrica. Il campo ospita migliaia di persone rifugiatesi in Camerun per sfuggire alla guerra nel Centrafrica.

Tra questi vi sono oltre 1.000 bambini tra i 6 ed 8 anni, che non frequentano la scuola dell’obbligo.
L’iniziativa, realizzata in collaborazione con l’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite, avente come sede Ginevra, agenzia specializzata già insignita di due Premi Nobel per la Pace, ha riguardato il ri-utilizzo di alcune strutture dei Padiglioni Ferrero ad EXPO 2015 a Milano (moduli ad uso abitativo), e la loro riconversione in quattro aule scolastiche per bambini e ragazzi.

SUDAFRICA


Sono state avviate le procedure per l’ottenimento dei nulla osta per la costruzione di un ambulatorio pediatrico nei pressi del nostro stabilimento. L’ambulatorio fornirà servizi di assistenza pediatrica ai figli dei collaboratori che lavorano presso lo stabilimento di Walkerville e, in futuro, anche ai bambini della comunità locale.

L’iniziativa - che verrà realizzata mediante il ri-utilizzo di alcune strutture dei Padiglioni Ferrero ad EXPO 2015 di Milano (moduli ad uso abitativo) - contribuirà inoltre a migliorare anche le prestazioni sanitarie attualmente offerte ai dipendenti.