RAPPORTO 2016

KINDER+SPORT, PERSONE IN MOVIMENTO


Kinder Joy of Moving è il programma volto a incoraggiare la pratica sportiva e a diffondere la gioia di muoversi tra i bambini di tutto il mondo, ispirandoli ad assumere abitudini di vita attive sin da piccoli.

Il Gruppo Ferrero ha sempre dedicato particolare attenzione alla qualità della vita delle persone, e per questa ragione continua il suo impegno nell’attività di promozione di stili di vita attivi rivolgendosi ai giovani e alle loro famiglie attraverso il programma globale Kinder Joy of Moving.

Basandosi sul principio che il futuro dei bambini è nel movimento, il programma Kinder Joy of Moving consolida la sua attività al fine di aumentare il tempo dedicato all’attività fisica tra i giovani e il suo livello qualitativo, e lo attua seguendo una Visione, una Missione e un Obiettivo molto chiari.

IL PROGRAMMA


Nel 2015 il progetto Kinder Joy of moving è giunto al suo decimo anno di attività. La finalità del progetto è quella di incoraggiare l’attività fisica tra le giovani generazioni, ispirando bambini e ragazzi di tutto il mondo ad assumere stili di vita attivi sin da piccoli affinché diventino parte integrante della loro vita quotidiana.

Kinder Joy of moving continua il proprio percorso di responsabilità, consapevole che l’attività fisica rappresenti un momento indispensabile nella formazione dei bambini, contribuendo al loro sviluppo fisico e alla loro preparazione alla vita, come individui e come cittadini di domani.
 
  Paesi attivi
* Numero di bambini che partecipano attivamente di programmi ed eventi supportati da Kinder+Sport.

Gli obiettivi per il futuro

I risultati raggiunti evidenziano un sensibile processo in coerenza con gli obiettivi del progetto. 

Entro il 2017/2018 ci proponiamo di:
  • accrescere la presenza del programma a 30 Paesi del mondo;
  • muovere 5 milioni di bambini all’anno
Considerato il successo riscontrato dai risultati della ricerca alla base del metodo Joy of Moving si è deciso di perfezionare la definizione del terzo obiettivo che diventa quindi: 
  • attivare in almeno 5 Paesi 1 programma educativo legato al metodo Joy of Moving

IL METODO JOY OF MOVING

Kinder+Sport ha partecipato a Expo Milano 2015 in collaborazione con importanti partner istituzionali quali CONI, MIUR ed Expo con un grande progetto architettonico interamente dedicato al movimento. Una superficie di 3.600 m2 dove i bambini e le loro famiglie hanno avuto la possibilità di scoprire la gioia dell’attività fisica e vivere in prima persona la Joy of Moving.

Il principio ispiratore alla base delle proposte educative dell’intero percorso ludico-motorio è stato il metodo Joy of Moving. Questo innovativo metodo educativo, basato sul gioco e sul movimento e orientato allo sviluppo a tutto tondo del bambino, si fonda su precisi obiettivi di crescita per promuovere lo sviluppo motorio, cognitivo e sociale dei nostri bambini, per accrescere le loro abilità di vita.

Il metodo Joy of Moving è stato messo a punto con autorevoli partner istituzionali esperti dell’età evolutiva a seguito di un progetto di ricerca triennale avviato nel 2012. Tale progetto ha coinvolto per 3 anni oltre 1.000 bambini delle scuole dell’infanzia e primaria che hanno avuto l’opportunità di svolgere attività ludico-motorie mirate nel Village+Sport di Alba, sotto la guida di 18 laureati in Scienze motorie adeguatamente formati da un comitato scientifico di esperti.

L’esperienza della ricerca è ora confluita all’interno del manuale di didattica delle attività motorie per bambini Joy of Moving. Movimenti & Immaginazione.” a cura di Caterina Pesce, Rosalba Marchetti, Anna Motta e Mario Bellucci.


I risultati della ricerca alla base del metodo Joy of Moving

1. Variabilità della pratica
Praticando i nostri giochi di movimento i bambini diventano più coordinati, ancor più se praticano anche attività all’aperto nel weekend. Il nostro metodo fa migliorare non solo la capacità di coordinare bene i movimenti, ma anche di creare soluzioni motorie sempre nuove, perché stimola i requisiti mentali della creatività motoria, preziosi anche per gli apprendimenti scolastici.
Stimolando la capacità di coordinare i movimenti aiutiamo i bambini a sviluppare anche l’efficienza cognitiva e le abilità di vita personali e sociali.

2. Processo di implementazione

Pur puntando a ottenere risultati, ci siamo innamorati del processo e lo abbiamo sottoposto ad un’attenta valutazione. 
I punti di forza sono la natura multisettoriale dell’implementazione del progetto e la natura interdisciplinare del progetto educativo. I punti di debolezza, in via di sviluppo, sono il coinvolgimento dei genitori e le sinergie con i settori responsabili di creare le condizioni ambientali per rendere possibile un travaso continuo fra il gioco spontaneo all’aperto, il nostro metodo educativo Joy of Moving a scuola e l’avviamento alla pratica sportiva.

3. Last, but not least…Joy of Moving
Ci sono i tanti sorrisi dei bambini che giocano, i loro disegnini fatti per esprimere le esperienze ed emozioni provate giocando, le piccole vittorie sui propri limiti grazie alla forza trainante e aggregante dei nostri giochi. È il versante del progetto non immortalato dai dati statistici, ma di cui è rimasta traccia indelebile nella mente di coloro che, essendosi messi “in gioco” in questo progetto – bambini, insegnanti, genitori, ricercatori, referenti istituzionali e aziendali – hanno vissuto in prima persona queste esperienze e le trasmetteranno per “contagio”. 
Per dare continuità e valorizzare ulteriormente il format, il Gruppo Ferrero, il MIUR e il CONI hanno siglato a Roma, nel mese di dicembre 2015, un Protocollo d’intesa per promuovere lo sviluppo di buone pratiche per l’educazione ai corretti stili di vita nella scuola.
A fianco del metodo, si accompagna anche una importante eredità materiale di Expo Milano 2015 tradotta nel progetto di “Restituzione”, che consentirà di riutilizzare al meglio i materiali e le attrezzature usate per allestire il padiglione Kinder+Sport.